giugno2013002011.png
giugno2013002001.png
giugno2013002009.png
giugno2013002008.png
giugno2013002007.png
giugno2013002006.png
G.A.T.
Home
Contattaci
Statuto
NOTIZIE
G.A.T.
Eventi
giugno2013002005.png
giugno2013003003.gif
giugno2013003002.gif
Rassegna
stampa
e Focus
giugno2013001013.gif
IL LABORATORIO del DEL SALE:
tra IODOPROFILASSI e RISCHIO CARDIOVASCOLARE
a cura di:
Daniela Agrimi, Irene Alemanno, Maria Carrozzo, Fabrizio Diacono, Angela Martinelli, Penelope Romano.
Premesse
La ricerca sui processi di scelta dei consumatori in ambito alimentare richiede necessariamente una visione multidisciplinare.
A fronte di una ricca produzione scientifica in campo nutrizionale, agro-economico e medico-sanitario, si rileva, ancora oggi, una debole presenza di studi e di ricerche nell’area psicosociale, antropologica e della comunicazione.
La validazione attraverso la misurazione oggettiva dei cambiamenti comportamentali è uno dei limiti più significativi di molti progetti educativi.
E’ auspicabile lo studio di efficacia delle strategie di educazione alimentare e l’adozione di tecniche validate
LABORATORIO DEL SALE
Il laboratorio del sale è un percorso formativo-esperienziale negli aspetti nutrizionali del sale proposto in un campione di scuole secondarie di I grado della provincia di Brindisi.
Il laboratorio è stato promosso dal GAT (organizzazione non profit) nell’ambito del programma IODIO INFORMA 2011.
IODIO INFORMA
Gli obiettivi principali del progetto sono:
a) contribuire alla diffusione di comportamenti alimentari orientati alla promozione della salute nell'ambito della malattie tiroidee;
b) promuovere, sostenere programmi di formazione e di educazione alla iodoprofilassi ed alla salute pubblica, a livello locale;
c) sperimentare dinamiche di sussidiarietà con enti di riferimento nel controllo dell’efficacia e dell’efficienza della iodoprofilassi, quali l’Osservatorio Nazionale per il Monitoraggio della Iodoprofilassi (OSNAMI) e relativo centro regionale (Osservatorio Regionale Puglia).
IL LABORATORIO DEL SALE
Finalità generali
Il Laboratorio è stato proposto come integrazione dei progetti scolastici finalizzati all’educazione alimentare, volti alla formazione permanente degli studenti come “individui sociali” e, pertanto, finalizzati a:
1 - Radicare l’idea di “salute”, intesa come uno stato di completo benessere fisico, mentale, sociale.
2 - Riflettere sul rapporto con il cibo e sui fattori che lo influenzano (famiglia, amici, mass-media ecc.)
3 - Sviluppare comportamenti decisionali autonomi
Finalità specifiche
L’attività di laboratorio è stata focalizzata sul delicato equilibrio esistente tra iodoprofilassi, promossa attraverso il consumo di sale iodato, e controllo del rischio cardiovascolare, correlato ad un eccesso di sodio contenuto nel sale.
Con lo specifico obiettivo di:
1 - Acquisire competenze circa l’importanza della correzione iodica attraverso una adeguata condotta alimentare
2 - Identificare gli alimenti a maggior contenuto di iodio
3 - Promuovere l’utilizzo domestico di sale iodato
4 - Acquisire competenze circa l’importanza del controllo del rischio cardiovascolare attraverso un apporto controllato di sodio
5 - Identificazione degli alimenti a maggior contenuto di sodio
6 - Valutazione del grado di apprendimento attraverso l’autoefficacia percepita
Modalità
1 - Apprendimento esperienziale
Il laboratorio è stata occasione per l’expertise di nuove metodologie didattiche e formative con approccio cognitivo-comportamentale (modello di apprendimento di Kolb).
L’apprendimento esperienziale è una metodologia innovativa centrata sul lavoro individuale e di gruppo, con il coinvolgimento dei partecipanti sul piano fisico, cognitivo ed emozionale.
La sua principale finalità è favorire lo sviluppo di “competenze relazionali” e di “abilità al saper essere”, di particolare interesse per letteratura pedagogica, attraverso la formazione esperienziale.
Presupposto base del metodo è, infatti, la certezza che la modalità più efficace per apprendere concretamente e stabilmente nuovi comportamenti sia quella di sperimentarli in prima personale, in modo concreto e diretto(cono delle esperienze di Dale, 1946)
Il modello di apprendimento è distinto in quattro fasi: esperienza concreta, osservazione e riflessione, formazione di concetti astratti e sperimentazione in nuove situazioni. Il ciclo di apprendimento può aver inizio da uno qualsiasi dei 4 punti e può essere considerato al pari di una spirale continua.
senza%20titolo-2.jpg
Le Fasi
  1. NARRAZIONE TEATRALE (Fase informativa)
La conduzione di narrazione teatrale comprende 4 capitoli:
  1. a L’universalità del sale
  2. b Il sodio tra di noi, in cui è incluso il Gioco del Regolo (Folder Didattico)
  3. c Lo iodio come micronutriente
  4. d La tiroide
  5. CUM GRANO SALIS (Fase di Verifica, con quiz a risposta multipla)
  6. FACCIAMO LA SPESA (Fase di Verifica Esperienziale)
  7. a Obiettivi specifici:
1) facilitare il processo d’identificazione e classificazione degli alimenti contenenti Iodio
2) facilitare il processo d’identificazione e classificazione degli alimenti contenenti Sodio
4) attivare meccanismi di feed-back positivo per il consumo di alimenti contenenti Iodio
5) attivare meccanismo di feed-back negativo per il consumo di alimenti ad elevato tenore di sodio (calcolo del contenuto di sodio)
6) evidenziare i cibi eventualmente esclusi dalle preferenze alimentari e meno ricorrenti nella dieta
7) evidenziare i cibi difficilmente classificabili
carrelli.jpg
2 - Folder didattico: Lo Iodio come nutriente
Il folder didattico è uno STRUMENTO poiché trasferisce INFORMAZIONI (lo iodio, il metabolismo dello iodio, gli ormoni tiroidei, i disturbi da carenza iodica, la importanza della iodoprofilassi, il fabbisogno iodico raccomandato dall’infanzia all’adulto, compresa gravidanza ed allattamento, il sale iodato, l’importanza di bilanciare iodio e sodio), ma permette una AUTO-ESPERENZIALITA’ attraverso la CONSULTAZIONE i suoi ACCESSORI: L’ARCOBALENO dello IODIO ed il REGOLO del SODIO
giugno2013002010.png
Informazioni
dotyellow.png
Foto
Seminario
29.05.2010
dotyellow.png
Foto
"Il Laboratorio
del Sale"
16.04.2011
giugno2013003001.png
CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE NAZIONALE
PER LA GIORNATA MONDIALE DELLA TIROIDE
Dal 18 al 25 maggio
giugno2013001006.gif
clicca qui per scaricare il programma
giugno2013001006.gif
clicca qui per scaricare la scheda
di iscrizione compilabile ed inviala per e-mail o via fax agli indirizzi che vi troverai.